Blog: http://garbage.ilcannocchiale.it

Data - da definire- lì Milano

Ai Sigg. condomini tutti.

 

Via xxxxxx

 

Oggetto: Assemblea di condominio persa.

 

 

Con la presente volevamo informare i nostri condomini di alcune circostanze sgradevoli accadute all’interno del nostro amato palazzo.

Purtroppo non siamo riusciti a partecipare all’assemblea di condominio tenutasi recentemente, ma lo studio e il lavoro non ci danno molto spazio a qualsiasi altro tipo di attività.

In primo luogo volevamo sottolineare che i coniugi B., che vivono sopra di noi, fanno rumori molesti alle tre del mattino. Non solo passi pesanti ma anche rumori di qualcosa che scorre e rotola, come fosse un triciclo, si sentono ininterrottamente tutte le sere fino a tardi.

Sempre i coniugi B. ci hanno dato il buongiorno qualche tempo fa rovesciando del vino sui nostri panni appena lavati e stesi fuori ad asciugare. Noi però, che sorvoliamo su certe cose, abbiamo sorriso e chiuso l’argomento all’istante, andando a rifare completamente la lavatrice. Notando però la precisione e la pignoleria dei condomini, riteniamo corretto sottolineare anche questo.

Un altro avvenimento, paragonabile alla puntata più brutta di X-files (chissà quanti coglieranno il riferimento culturale), è accaduto proprio sul nostro pianerottolo alcune settimane fa. Aprendo la porta ci siamo ritrovati davanti un sacchetto di immondizia abbandonato al suo destino, solo al freddo e al gelo. Per i più curiosi e detective della palazzina che si divertono a scoprire chi ha fatto che cosa, vi informiamo che nel sacchetto c’erano scatole di cibo per gatti. Parte la caccia al malato di mente. Noi intanto teniamo buoni rapporti con la neuro e qualche associazione per il sostegno di malati mentali. Ci chiediamo com’è che la gente non abbia niente di meglio da fare.

Ci sentiamo inoltre perseguitati ogni volta che usciamo a buttare l’immondizia giù in cortile: mille occhi puntati addosso di gente appostata dietro le finestre e le tendine. Perché la gente qua si apposta sul serio: più volte ci hanno fermato ancora sulla soglia della porta.

Continuando il discorso sull’immondizia, che sembra il fulcro e l’argomento più importante della vita di molti qua dentro, volevamo sapere con che criterio scientifico si capisce di chi siano i sacchetti della spazzatura buttati. Se un criterio esiste, e vi preghiamo di farcelo sapere al più presto, noterebbero tutti che i nostri sono pieni di mozziconi di sigaretta. Non buttiamo niente dal nostro balcone, su questo i coniugi F. (che abitano sotto di noi, ndr) dovrebbero dormire sonni tranquilli.

Che sia colpa dei signori che abitano sopra di noi? Quelli del vino, dei rumori e forse pure del gatto?

 

 

Disponibili per qualsiasi chiarimento, vi porgiamo i nostri più distinti saluti.

 

 

Silvia G. ………….…….…...

Adriano L. ……….……………

Angela M. ….……….….……..

Roberta Q. .……………………

Pubblicato il 7/5/2007 alle 21.52 nella rubrica Cazzeggio.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web